Vlado Milunić -Vlado Milunić

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Vlado Milunić
Vlado Milunić.jpg
Milunić nel 2008
Nato ( 03-03-1941 )3 marzo 1941
Morto 17 settembre 2022 (2022-09-17)(81 anni)
Nazionalità ceco
Alma Mater Università tecnica ceca a Praga
Occupazione Architetto
Edifici Casa Danzante

Vladimir Milunić (3 marzo 1941-17 settembre 2022) è stato un architetto ceco. È stato notato per aver progettato la " Casa danzante " a Praga con Frank Gehry . Insegnò anche alla Czech Technical University di Praga .

Primi anni di vita

Milunić è nato a Zagabria, Regno di Jugoslavia (ora Croazia ), il 3 marzo 1941, da una famiglia di origine croata. La sua famiglia si trasferì nella Repubblica socialista cecoslovacca quando aveva 15 o 16 anni. Riguardo alla sua nazionalità, in seguito dichiarò di essere cecoslovacco e di sentirsi jugoslavo, "come protesta contro il nazionalismo primitivo". Milunić ha studiato architettura alla Czech Technical University di Praga (CTU), laureandosi nel 1966. Successivamente ha risieduto a Parigi per tre anni fino al 1969 svolgendo stage .

Carriera

Al ritorno da Parigi, Milunić ha lavorato presso Gama e Delta, due studi di architettura con sede a Praga, per oltre due decenni. Ha progettato case per anziani in giro per la città, nonché alloggi per infermieri, negli anni '70 e '80. Milunić è stato anche docente al CTU (la sua alma mater). Alla fine ha fondato il suo studio, Studio VM, nel 1990.

Milunić incontrò per la prima volta Václav Havel negli anni '80, quando la famiglia di sei persone del primo non riuscì a trovare un alloggio di dimensioni considerevoli in un complesso residenziale di Praga. Il governo alla fine assegnò alla famiglia Milunić una stanza all'interno di una casa secessionista, che fu costruita dal nonno di Havel all'inizio del XX secolo e che era stata di proprietà degli Havel fino alla sua confisca da parte delle autorità comuniste nel 1948. Gli Havel continuarono comunque a risiedono lì, e le due famiglie divennero vicine. Dopo la morte dei genitori di Havel, Milunić è stato incaricato di dividere il loro appartamento tra Havel e suo fratello Ivan nel 1986.

Intorno al periodo della Rivoluzione di velluto, Havel avrebbe proposto a Milunić l'idea di trasformare il lotto vuoto accanto alla loro residenza in un centro culturale. Quest'ultimo ha formulato il progetto iniziale dell'edificio, ma la costruzione è stata sospesa perché non sono riusciti a trovare un investitore per finanziare il progetto. Il lotto è stato infine acquistato dalla Nationale Nederlanden nel 1992, con la struttura destinata ad ospitare uffici e camere d'albergo. Sebbene la banca abbia cercato un architetto con una reputazione internazionale per il progetto, ha scelto di mantenere Milunić in una capacità collaborativa data la sua conoscenza locale e in riconoscimento del suo precedente lavoro sul sito. Prima hanno chiesto a Jean Nouvel, che ha rifiutato l'offerta, prima di accontentarsi di Frank Gehry . I due collaborarono alla " Casa danzante ", terminata nel 1996 e riconosciuta come miglior design del 1996 dalla rivista Time . Tuttavia, all'inizio la struttura fu controversa, con i critici che ritenevano che fosse disgiuntiva con la sua architettura storica adiacente. Milunić ha riconosciuto queste critiche, raccontando come un tempo il progetto fosse paragonato a un "dente d'oro che rovina un sorriso". Ha tuttavia affermato che era responsabilità delle autorità municipali porre limitazioni agli sviluppatori prima dell'acquisto di un sito, aggiungendo che "le mani della città sono praticamente legate" dopo quel punto.

Oltre alla Casa danzante, Milunić progettò anche una serie di edifici nel complesso residenziale Petřiny a Veleslavín, parte di Praga 6 . Uno dei progetti all'estero a cui ha contribuito è stato il "Quartiere ceco" a Shanghai, frutto dell'ingegno di uno sviluppatore locale che è stato terminato nel 2008. Milunić, uno dei cinque architetti cechi reclutati per lavorare al progetto, ha dichiarato che intendevano utilizzare Praga "come ispirazione... non una copia esatta".

Vita privata

Milunić è morto il 17 settembre 2022. Aveva 81 anni e soffriva di una grave malattia non specificata prima della sua morte.

Riferimenti

link esterno